CALENDARIO

< dic 2018 >
LMMGVSD
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Non è solo questione di brulla

7 gennaio 2007
Autore
Nino Nonnis
Regia
Maria Assunta Calvisi
Con
Nino Nonnis

Dopo “La trattoria del pallone”, “La lingua fuori” e “Su certu”, Nino Nonnis presenta, nel suo modo originalissimo e fuori da qualsiasi schema, questo spettacolo in cui racconta ancora Cagliari, questa volta partendo dal suo modo di brullare.


L’umorismo cagliaritano ha una sua peculiarità inconfondibile, data dal dialetto e dal carattere dei suoi abitanti, sornioni, cinici, vanagloriosi, spacconi, ma sempre simpaticamente scoperti e pronti a subire, cominciando dai soprannomi, primo esercizio caricaturale nei confronti dell’amico.


La lingua è molto importante in questa coloritura e le barzellette in cagliaritano funzionano proprio perché dietro c’è anche il supporto dell’atteggiamento tipico del cittadino del capoluogo, che si sente superiore a quello imbranato proveniente dai paesi. Superiorità fasulla e innocua, ostentata ma non goduta, agita nel confronto con i sardi dell’interno, baristi, bottegai, o detentori del potere, politico e di professioni.


Modi di dire quindi, espressioni colorite che stanno cadendo in disuso, frastimi che conservavano dentro una ricerca di varietà, uno sfogo di fantasia.


La brulla è anche lo scherzo, leggero e pesante, talvolta eccessivo, ma sempre segnale di affetto e tenuta in considerazione.