• 325097_271159729579037_100000550351869_1036668_526660_o

CALENDARIO

< dic 2018 >
LMMGVSD
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

Indagine su una donna

7 gennaio 2011
Autore
Monica Serra
Regia
Marco Nateri
Era il 1979 quando Mary Wallstonecraft scrisse "I diritti della donna". Coraggiosa e giovane sostenitrice del femminismo moderno, aveva parole durissime contro una società che preparava le ragazze ad un futuro perfettamente funzionale alla società patriarcale: educate ad essere cocotte appetibili mentre erano giovani per poi finire a procreare figli e servire mariti. Pensava lei, illuminista, che tutto cominciasse con l'educazione, che la ragione dell'assoggettamento delle donne fosse da ricercare nell'ignoranza e nell'esclusione dalla vita della città. Mary era durissima e severa con le donne del suo tempo perché remissive e docili; per questo incompresa da loro e avversata dagli uomini.

Sono passati 213 anni dalla stesura di quegli scritti, i quali hanno poi man mano dato vita ad altre voci di donna come Virginia Woolf e tante altre.

In scena una donna, elegante, indossa uno spiazzante tailleur fucsia, apparentemente perfetta e sicura. Nel tentativo di raccontarsi precipita inaspettatamente in un vortice che la conduce nella spietata storia del genere femminile. Da Eva fino ai giorni nostri, attraverso le quattro fasi della vita (nascita, adolescenza, maturità, vecchiaia) emergono storie di donne ognuna testimone di un vissuto che conducono la protagonista verso la frantumazione della sua stessa esistenza. In una costante ricerca d'identità. Il lavoro d'attore si compenetra col suono, ottenuto in real time attraverso l'amplificazione audio che la stessa attrice gestisce sulla scena. La parola recitata pur conservando la sua forza dialettica, assume così differenti significati, diventando anche materiale fonetico e sonoro. Voce, corpo e suono interagiscono fra loro, creando una partitura musicale e restituendo allo spettatore un panorama immaginifico di forte impatto emotivo.