• Cadute di stile

CALENDARIO

< dic 2018 >
LMMGVSD
26 27 28 29 30 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6

CADUTA DI STILE

14 novembre 2015
ore 21
Autore
da “Esercizi di stile” di Raymond Queneau
Regia
Maria Assunta Calvisi
Con
gli allievi della Scuola di teatro “Fulvio Fo”
“Esercizi di stile” è un testo di grande fascino. La traduzione dal francese di Umberto Eco (che poi tanto traduzione non è: più una riscrittura e una rivisitazione) rende questo testo ancora più interessante e intrigante. In fondo, com’è dichiarato nel titolo, sono degli esercizio di stile, diversi modi di dire, di raccontare uno stesso fatto. Ma in realtà poi diventa un vero e proprio gioco, colto e raffinato, ma pur sempre un gioco che avvince, diverte. Si gioca con la lingua, con i significati, con la scrittura. Si mescolano le parole, si invertono, si cambiano punti di vista,  le ambientazioni, si inseriscono forme dialettali, prosa, poesia…

Tutta questa esplosione di creatività per raccontare di un signore con il collo lungo e un buffo cappello floscio, che sale sull’autobus della linea S, si arrabbia con un vicino che lo spinge, appena può si butta su un posto libero e viene rivisto due ore dopo alla stazione con un amico che gli dice di aggiungere un bottone alla sciancratura del soprabito.

Questo materiale ha innescato un processo di creatività nei venti allievi della Scuola di teatro “Fulvio Fo” che, superato il primo momento di panico, si sono misurati con il testo capendolo, rispettandolo, distorcendolo, secondo il loro estro. E quindi adattamenti, canzoni, produzione di brevi testi “queneauniani”, piccole coreografie, scene corali dove Queneau ha strizzato loro l’occhio bisbigliando: dai, lanciatevi, manipolate, create, divertitevi! Però quanta fatica, quanto impegno, quante prove a volte sfibranti per far funzionare a orologeria la creatività! E speriamo che, dopo il debutto di giugno, funzioni anche stavolta!