Il colore rosa

Locandina24X60-2016-02

Giunto alla sua  XI edizione, il festival “Il colore rosa” si è ormai ritagliato uno spazio significativo nel panorama culturale e teatrale sardo grazie alla sua originalità – è il primo festival sulla creatività femminile in Sardegna – e all’interesse che suscitano le iniziative promosse.

 

Gli eventi del festival sono dislocati in tre luoghi storici di Sinnai: la biblioteca comunale (un palazzo dell’Ottocento, recentemente ristrutturato e inaugurato nel 2008 da Dario Fo) nel cui cortile si svolgono gli incontri; il Museo civico (una struttura risalente al Settecento che ospita importanti reperti archeologici del Neolitico e una pinacoteca) nel cui cortile vengono rappresentati gli spettacoli e la storica casa campidanese “Sa meri ’e domu” nel cui giardino sono ospitati reading e performance.

 

Il festival segue un programma ormai collaudato: un incontro con scrittrici, donne di spettacolo o di cultura presso il cortile della biblioteca comunale; segue uno spettacolo su tematiche al femminile scritto, diretto o interpretato da donne nello spazio del Museo civico, per finire, nel giardino della casa campidanese “Sa meri ’e domu”, con i dopospettacoli – performance, brevi monologhi, piccoli concerti – e con una degustazione diversa per ogni serata.

L’ultimo giorno del festival, dopo l’incontro in programma, si svolge la premiazione del concorso letterario “Pro-esia”. In concomitanza col festival si allestiscono mostre con opere di artiste.

 

Nelle edizioni precedenti il festival ha avuto il piacere di ospitare, tra gli altri: Milena Agus, Adele Cambria, Michela Murgia, Giuliana Sgrena, Vladimir Luxuria, Salvatore Niffoi, Pinuccio Sciola, Geppi Cucciari e le attrici Lucilla Giagnoni, Chiara Tomarelli, Grazia Scuccimarra.

 

Direzione artistica